Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

Vivi Firenze

Programma il tuo soggiorno a Firenze e scopri tutti i luoghi e i servizi!

dove dormire Dove dormire
dove mangiare Dove mangiare
shopping Shopping
luoghi di interesse Luoghi di interesse
servizi e utilita Servizi e utilità
cosa fare Cosa fare
eventi Eventi
aree protette Aree protette
esercizi storici Esercizi storici

Adesso puoi farlo anche da MOBILE, SCARICA L'APP!

1 app store 1 google play

Cerca

firenzecard home

musei-civici

enjoyrespect1

seguici su topp

Leggi su Firenze su
tripadvisor

icona contatti

il selfie firenze



Museo Stefano Bardini

Il Museo Bardini è in un bel palazzo d'angolo fra piazza dei Mozzi e via dei Renai che era un antico convento e che, completamente trasformato con il gusto neoromantico dell'epoca, divenne lo show-room di Stefano Bardini, artista dilettante, restauratore, grandissimo antiquario grazie a un gusto e un fiuto ineguagliabili per il capolavoro.
Il gusto eclettico di Bardini è rivelato sia dall'allestimento che dalla scelta dei pezzi. Le sale hanno l'aspetto originale, con la tinteggiatura di molte pareti nel tipico blu che l'antiquario scelse per mettere maggiormente in risalto i singoli pezzi e che fu imitato in tutta Europa.
C'è una predominanza di statue al piano terra, fra cui spicca la celebre Carità di Tino di Camaino; uno scalone che ricorda moltissimo quello presente nel cortile del Museo Nazionale del Bargello conduce al primo piano, dove si trova l'incredibile Sala delle Madonne, dove fra tutte spicca la Madonna della Mela attribuita a Donatello.
Qui troviamo inoltre il San Michele Arcangelo di Antonio del Pollaiolo. All’ultimo piano del palazzo la Galleria Corsi comprende circa 700 dipinti dal XIV al XIX secolo.
Si possono ammirare poi pannelli di cuoio istoriato, preziose cornici, armi e armature, disegni e dipinti, affreschi staccati, ritratti, tappeti dalle dimensioni colossali e dal valore inestimabile, lastre sepolcrali e bronzetti veneti e toscani.
Il museo ospita anche due pezzi unici, l'originale della statua del Porcellino del Tacca e il Diavolino di Giambologna.
Una vera e propria girandola di oggetti preziosi, assortiti in maniera originale da una persona straordinaria, che seppe valorizzare al massimo l'arte italiana e quella rinascimentale in particolare.

Altre informazioni

Tipologia: Musei

Luogo: Via de' Renai, 37, Firenze

Prezzo: € 6,00;
prima domenica del mese: gratuito solo per i residenti della Città Metropolitana di Firenze.

Gratuito: No

Accessibilità ai disabili: Accessibile

Dettagli sull'accessibilità: Il marciapiede è raccordato alla strada al passaggio pedonale. Occorre avvisare il personale all’ingresso principale (Via dei Renai 37) per farsi aprire l’ingresso laterale (uscita) in Piazza dei Mozzi n. 1. La soglia del portone è rialzata di 2 cm, in entrata. Il museo è in gran parte accessibile con ascensore. La sala d’Armi e dei della Robbia non sono accessibili. Al piano terra è presente un bagno per disabili.

Tipo di gestione: Musei comunali

Come arrivare: Autobus ATAF 12, 13, C3 e D.

Telefono: +39 055 2342427

Url di approfondimento: http://bit.ly/2yCkiJt

Orario: Venerdì-lunedì 11-17.
Chiuso: martedì-giovedì, Capodanno, Pasqua, 1° maggio, 15 agosto, Natale.

La biglietteria chiude 30 minuti prima.

Firenze Card:

Patrimonio UNESCO: No

Centro storico:

Bookshop:

Audioguida: No

Guida cartacea:

Punto di ristoro: No

Attività espositive temporanee:

Visite guidate: No

Attività e percorsi per bambini:

Servizio di prenotazione: No

Particolarità botaniche: No

Personaggi: No

App Ville Giardini: No

Per saperne di più

Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping