Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

NicolaNeri

Tante sono le iniziative per celebrare i 500 anni dalla nascita di Cosimo I, Granduca di Toscana, a partire da alcune mostre agli Uffizi, a Palazzo Pitti, al Bargello. Due giorni di eventi speciali, il 12 ed il 13 Giugno. 

Pochi altri personaggi come Cosimo I hanno avuto un ruolo così decisivo sia per la dinastia medicea che per la stessa storia della Toscana, di cui Cosimo divenne il LANZIprimo Granduca. Figlio di Giovanni delle Bande Nere  e di Maria Salviati, Cosimo riuscì a consolidare rapidamente il suo potere all’indomani dell’assassinio del Duca Alessandro, ultimo del ramo principale, nel 1537. Forte dell’appoggio dell’Imperatore Carlo V, nonché del Papato, estese ben presto il suo potere su quasi tutta la Toscana, soprattutto a seguito della conquista di Siena nel 1555.
Decisivo fu il segno che lasciò anche nel campo delle arti figurative - spesso utilizzate in senso propagandistico, a celebrazione della sua immagine e del suo “governo illuminato”- e dell’architettura. Ed ovunque a Firenze è facile imbattersi in questi segni: fu lui a commissionare al Vasari gli Uffizi, lo stesso celebre corridoio (passaggio aereo verso Pitti) e la decorazione interna di Palazzo Vecchio, incentrata in particolare sulla celebrazione del Granduca; in Piazza Signoria ammiriamo la Fontana del Nettuno (nelle cui sembianze è riconoscibile Cosimo) e la sua Statua equestre, forse la più paradigmatica immagine del potere del sovrano.

Anche la vicina, celebre Loggia dei Lanzi “parla di Cosimo”: in questa struttura trecentesca stazionava la guarnigione di soldati tedeschi (chiamati “Lanzi” dal tedesco Landsknechte) voluta da Cosimo, i cento armigeri che per circa due secoli avrebbero garantito la difesa personale della corte medicea.
Proprio a loro, ai Lanzi, è dedicata l’interessante mostra Cento Lanzi per il Principe, al primo piano della Galleria degli Uffizi, con affacci proprio sull’omonima Loggia. Novanta opere, tra dipinti, documenti, vesti, armi, armature (tra qui quella di Cosimo) documentano la storia di questo particolare “esercito personale” e dei vari personaggi illustri che proteggeva; pare che sia stata la stessa Eleonora di Toledo (prima consorte di Cosimo, figlia del Viceré di Napoli, luogotenente di Carlo V) a convincere il marito a scegliere questa speciale milizia. La mostra è stata resa possibile anche grazie all’importante contributo del Medici Archive Project.

Dagli Uffizi si raggiunge facilmente il complesso di Palazzo Pitti, residenza della corte medicea a partire da Cosimo ed Eleonora. Qui, all’interno della Galleria Palatina, è possibile visitare altre due mostre sempre dedicate al Primo Granduca di Toscana. Una biografia tessuta, gli arazzi seicenteschi in onore di Cosimo I (nella Sala Bianca)  e La prima statua di Boboli, il Villano restaurato (nella Sala delle Nicchie).  Nella prima sono esposti immensi arazzi - in origine nella Sala di Saturno di Palazzo Pitti - disegnati da grandi pittori e realizzati dalla celebre manifattura, fondata da Cosimo I nel 1545. I soggetti? Ovviamente la celebrazione, nelle varie tappe della sua ascesa, del primo Granduca di Toscana!  La seconda mostra, invece,  presenta Il villano con la botticella, la statua scolpita nel 1557 su disegno di Baccio Bandinelli, che effettivamente fu la prima scultura ad abbellire il giardino di Boboli, capostipite di una serie di analoghe raffigurazioni “di genere” (popolani ripresi nelle loro occupazioni quotidiane) che animano il parco. 

Il 12 e 13 Giugno, una serie di eventi speciali tra Palazzo Vecchio, la Basilica di San Lorenzo ed il Bargello. In quest'utlimo si inaugura la mostra  "Il ritratto scolpito, le più significative rappresentazioni scultoree dedicate al Cosimo I".

Per scoprire i dettagli di tutte le celebrazioni per i 500 anni dalla nascita di Cosimo, e Caterina de' Medici, consulta il sito.

OMAGGIO A COSIMO - Fino al 29 Settembre
Cento Lanzi per il Principe, Galleria degli Uffizi
Una biografia tessuta, gli arazzi seicenteschi in onore di Cosimo I. Galleria Palatina
La prima statua di Boboli, il Villano restaurato,
Galleria Palatina

Pubblicato il 7/6/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping