Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

02

La parte della città di Firenze collocata sulla riva sinistra del fiume è chiamata Oltrarno. Il visitatore più attento non dovrebbe perdersi un giro a piedi in questo quartiere popolare e autentico.

santospiritoUna porzione di città storica altrettanto antica e ricca di capolavori della più conosciuta riva destra, un vero cuore ancora pulsante di vita, abitato e vissuto da tanti fiorentini.

In Oltrarno ci si reca per visitare il celebre Palazzo Pitti e l'adiacente Giardino di Boboli, oppure per vedere lo splendore rinascimentale della chiesa di Santo Spirito e gli affascinanti affreschi di Masaccio a Santa Maria del Carmine.
 
Ma l'Oltrarno è soprattutto un quartiere a vocazione artigiana, sulle cui strade si affacciano botteghe, laboratori, officine. Le cosiddette "arti minori"  trovano nell'Oltrarno un'attuale continuazione nell'artigianato artistico, una tradizione di mestieri antichi tramite i quali si tramandano conoscenze e abilità.
Lo si scopre camminando: via dei Serragli, via Romana, via santo Spirito, Borgo san Frediano, via del Leone, via della Chiesa, le straduzze che si dipanano strette fra le case, non palazzi, case del popolo, fra le grandi piazze: piazza Tasso, piazza del Carmine, piazza Santo Spirito, piazza Pitti.
 
L'Oltrarno si configura allora come un museo all'aria aperta, con un' offerta incredibile di "saperi" manuali: la lavorazione dell'oro, dell'argento e delle pietre preziose, il cesello del metallo, il restauro di quadri e mobili antichi, la realizzazione di calzature, tutte fatte a mano. Qui si possono trovare i doratori di cornici, qui si riparano i vetri antichi, si creano oggetti in ceramica nuovi e si restaurano quelli antichi.
 
Cose oggi molto inusuali, come per esempio la creazione di scarpe completamente a mano, modellate e cucite sul piede del cliente. Secondo procedimenti secolari si decora la carta e si rilegano i libri, per la lavorazione del metallo si usa ancora l'antica tecnica "a cera persa". Un mondo da scoprire, per conoscere una Firenze veramente diversa ma completamente genuina.

Sempre in Oltrarno si trova il Vecchio Conventino, gestito da ARTEX, che grazie al progetto Officina Creativa si pone come luogo di riferimento per la salvaguardia e la promozione dell'identità dell'artigianato artistico nelle sue varie componenti tecniche, estetiche, storiche e innovative, come elemento del patrimonio materiale e immateriale del territorio. 

 

 
 

La parte della città di Firenze collocata sulla riva sinistra del fiume è chiamata Oltrarno.
Una porzione di città storica altrettanto antica e ricca di capolavori della più conosciuta riva destra, un vero cuore ancora pulsante di vita, abitato e vissuto da tanti fiorentini.

Pubblicato il 20/6/2016

Approfondisci su mappa