Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

villa di castello

Una bella escursione breve da Firenze unisce la visita delle due ville medicee di Castello e Petraia.

villa la petraiaIl modo più semplice, se non si ha l'auto, è raggiungere la villa di Castello con l'autobus 28 e scendere alla fermata Sestese 03, da qui, dopo una visita al giardino di Castello, incamminarsi per una strada stretta e pittoresca verso la Villa della Petraia.

Nel far questo si passerà davanti alla barocca Villa Corsini, che è una sede museale del Museo Archeologico Nazionale e, in inverno, è aperta solo due domeniche al mese.

La strada di campagna che sale verso la Petraia ci porta al cancello, e dopo un viale in salita si entra nella parte bassa del giardino, organizzato secondo il gusto "all'italiana" con aiuole geometriche di bosso. Avvicinandosi alla villa ai lati della scala si trovano le serre per le piante e due ampie vasche piene di pesci.

La villa fu scelta dalla famiglia Medici come residenza suburbana in un contesto paesaggistico molto suggestivo. L'edificio era preesistente e fortificato, è infatta dominata da una possente torre, e Ferdinando dei Medici la fece riadattare a fine Cinquecento, intervenendo soprattutto sui terreni per la realizzazione dei giardini.

La villa fu sempre sottoposta a successivi interventi, il parco romantico sul retro progettato da Joseph Frietsch per incarico di Pietro Leopoldo II di Lorena aveva anche lo scopo di un unire in un unico parco i due possedimenti di Castello e Petraia.

Gli ultimi proprietari furono i Savoia, che utilizzarono la villa nel periodo di Firenze capitale e di cui restano importanti modifiche come il cortile (interamente affrescato dal Volterrano) coperto ad uso sala da ballo, e gli arredi delle stanze e delle sale.

 

La Villa della Petraia è anche visitabile internamente con visite accompagnate a orari prestabiliti. Sia le visite in interno che l'accesso al giardino sono gratuiti. Sia Petraia che Castello sono Patrimonio dell'Umanità per UNESCO.

 

 

 

Pubblicato il 24/11/2014

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping