Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

calenzano

Un luogo di grande bellezza e di testimonianza della cultura etrusca, la Tomba della Montagnola a Sesto Fiorentino

Si tratta di una testimonianza prestigiosa, che si inserisce nel Percorso Archeologico dello Zambra, che comprenderàMONT3, dopo alcuni interventi di restauro e valorizzazione, anche la Tomba della Mula, l’Acquedotto Romano e la Necropoli di Palastreto, compiendo così altri passi verso la creazione di un sistema turistico-culturale che metta la zona in connessione con i percorsi esistenti nell’area metropolitana, attirando visitatori e facendo conoscere la bellezza del territorio attraverso il racconto del suo passato, anche il più remoto.

Tomba di famiglia principesca, un tumulo di ampio raggio, la Tomba della Montagnola è databile al VII secolo a.C. ed è di stile miceneo. Costruita in blocchi di alberese proveninete dal vicino Monte Morello è composta da un dromos o corridoio all'aperto, da un successivo corridoio coperto su cui affacciano due piccole camere ed infine da un tholos  a falsa cupola, al cui centro si trova un pilastro che verosimilmente proseguiva con un pilastro in esterno, a indicare la presenza della tomba stessa. Nella tomba non ci sono affreschi nè scene rappresentate come in altre tombe famose; lo stato di conservazione è eccellente.
Molto simile, ma più grande, è la vicina Tomba della Mula, a tumulo, con in cima una cella poligonale merlata, che per il momento non è visitabile

A monte delle tombe della Mula e della Montagnola, sempre sulla riva sinistra del  torrente Zambra, si trova la Necropoli di Palastreto, scavata a partire dalla metà degli anni Sessanta. Si tratta della più antica necropoli del territorio fiorentino, con tombe a pozzetto al cui interno erano contenuti ossari e cinerari villanoviani (VIII secolo a.C.).

I resti dell’Acquedotto Romano, in pietrame misto a calcestruzzo, risalgono al II secolo e sono situati sempre sulla riva destra dello Zambra, all’interno dell’area denominata Parco degli Etruschi. L’acquedotto era posto a servizio della città di Florentia, verso la quale convogliava le acque provenienti dalla località La Chiusa in Val Marina.

Tomba Etrusca della Montagnola a Sesto Fiorentino:

Per l'anno 2018 le visite al sito archeologico Tumulo etrusco de la Montagnola saranno aperte dal 14 aprile al 29 luglio e dal 25 agosto al 28 ottobre 2018, previa prenotazione (tramite mail a prolocosesto@gmail.com o telefonica +39 331 3447457 - dalle 15 alle 19 - Pro Loco Sesto Fiorentino).

L'ingresso è da Via F.lli Rosselli 67 (presso la Scuola Pascoli).

Orario delle visite:
Sabato e domenica dalle ore 9 alle ore 12.
Non visitabile in caso di pioggia intensa.
Possibilità di visite riservate per gruppi o scuole anche in giorni diversi, su prenotazione da effettuarsi almeno 15 giorni prima.

 

 

 

Pubblicato il 23/3/2018

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping