Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

calenzano

Questo è un luogo un po' magico, nascosto, freschissimo in estate, conosciuto nella zona ma non citato da guide turistiche o altri itinerari.

MulinaccioSi tratta del Mulinaccio, raggiungibile con una piacevole passeggiata da San Vincenzo a Torri, attraversando la bella campagna delle colline di Scandicci.

Il Mulinaccio è di fatto una diga, che fu costruita nel 1634 per sbarrare un borro e utilizzare la forza delle acque come mulino per il grano. La diga è su tre livelli, con begli arconi di pietra. L'opera non ebbe fortuna e il suo funzionamento fu sempre difficoltoso, il fango impastava le macine e presto il mulino fu abbandonato. Lo sbarramento aveva creato un laghetto a monte, che venne usato per gite e scampagnate, ma anche in questo caso la sorte fu avversa, delle persone ci affogarono così che il laghetto fu prosciugato nell'Ottocento.

Ora il getto d'acqua che scende dal Mulinaccio, in parte diroccato ma ancora imponente, cade su uno specchio d'acqua limaccioso e completamente circondato da querce, roverelle e pini.

In estate è molto piacevole e fresco, e ben organizzato: numerosi cartelli esplicativi raccontano la storia del Mulino e la sua attività.

Si raggiunge da San Vincenzo a Torri, prendendo via del Lago, oltrepassando Villa Vico; la strada è sulla sinistra, con una sbarra.

 

Pubblicato il 8/7/2014

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping