Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

calenzano

Nella periferia a nord-ovest di Firenze è attiva ormai da anni una realtà museale che potrebbe fare invidia a ben altri contesti sociali: si tratta del Museo di arte sacra di San Donnino, nel territorio comunale di Campi Bisenzio.

maestro dell annunciazione-di-brozziIl Museo, adiacente alla chiesa di Sant’Andrea a San Donnino, di cui occupa il bel loggiato trecentesco e i locali che furono della canonica, custodisce una serie di opere di grande valore.

Si va dal cosiddetto trittico di San Donnino, un dipinto su tavola con la Madonna col bambino e quattro santi del Maestro di Barberino (circa 1366-1369), a due tavole con San Donnino e San Giovanni Battista e una predella con le Storie di San Donnino eseguite da Giovanni del Biondo intorno al 1390, a due dipinti di scuola del Ghirlandaio dei primi del cinquecento con i Santi Giuliano e Rocco, alla Madonna del Rosario e Santi databile al 1620 circa e attribuita a Matteo Rosselli. A queste opere si aggiungono quelle, altrettanto pregevoli e suggestive, custodite nella chiesa di Sant’Andrea: un Cristo crocifisso della metà del Quattrocento, un affresco giovanile di Domenico del Ghirlandaio con la Madonna in trono col bambino e i Santi Sebastiano e Giuliano, una lunetta col Battesimo di Cristo forse di David del Ghirlandaio e un dipinto su tavola con la Madonna col Bambino e Santi di Francesco Botticini.

Accanto a queste opere sono esposte argenterie di uso liturgico, parati e manufatti tessili antichi.

Il Museo è il cuore pulsante del Centro Arte e Cultura, di cui fanno parte anche uno spazio espositivo per artisti locali e non, e un laboratorio didattico dove è possibile sperimentare le diverse tecniche artistiche.

 

Pubblicato il 6/6/2014

Approfondisci su mappa